MERCURIO – VENERE

Rapporto tra intelligenza e affettività.
Visto la loro vicinanza al Sole, gli unici aspetti che possono stabilire tra loro sono la congiunzione, il semisestile e il sestile.
Mercurio tende a intellettualizzare l’affettività, escludendo la passione, l’amore cieco. Venere ad arricchire la percezione intellettuale. Il semisestile e il sestile sono più resistenti ai transiti della congiunzione. Precocità, superficialità affettiva, ricerca di un partner vivace, o giovane, flirt.

***

MERCURIO – MARTE

Rapporto tra intelligenza e aggressività.

Congiunzione. Le capacità intellettive si manifestano nell’azione diretta. Aspetto delicato, indice di impazienza, alternanza di slanci e rinunce, spirito critico aggressivo, crudeltà mentale, sarcasmo, ironia.
Gli aspetti positivi, quali sestile e trigono, o negativi quali quadrato e opposizione, non cambiano molto i significati della congiunzione, se non un maggiore equilibrio tra le due forze da un lato, e un inasprimento del senso di impotenza a concretizzare dall’altro. Rischio di incidenti con gli aspetti negativi, o di gaffe nell’ambiente sociale.

***

MERCURIO – GIOVE

Rapporto tra intelligenza e inserimento ottimistico nella vita.
I due pianeti, in tutte le loro sedi di domicilio e esaltazione sono opposti. Tra i loro significati simbolici ritroviamo anche due funzioni importantissime che rappresentano un po’ la radice, e la cifra, del comportamento umano: Mercurio/udito e Giove/parola, Mercurio/capacità di ascoltare e Giove/capacità di parlare, e non sempre chi è buon ascoltatore è ottimo parlatore o chi è ottimo parlatore è buon ascoltatore.

Congiunzione, sestile e trigono. Giove può influire su Mercurio espandendo gli interessi intellettuali, non incrementando le facoltà percettive. Lucidità critica che limita bonarietà gioviana, facile inserimento nell’ambiente naturale, socievolezza. Buoni rapporti con i fratelli, facilità di parola, loquacità, atteggiamenti didascalici, pontificanti. Vantaggi economici, abilità commerciali. Piacere nel muoversi, nello spostarsi.
Quadrato e opposizione. Limitazione di interessi, curiosità che si fissa su alcuni obiettivi ignorandone altri. Pessimismo, visione negativa degli eventi, eccessiva loquacità, sproloquio. Misantropia, diffidenza, atteggiamento rinunciatario, timori ingiustificati. Scarso o nullo piacere negli spostamenti. Difficoltà negli studi, difficoltà a socializzare.

***

MERCURIO – SATURNO

Rapporto tra i due pianeti dell’intelligenza, tra facoltà intellettive e facoltà razionali.

Congiunzione, sestile e trigono. Le due componenti dell’intelligenza si sostengono a vicenda. I dati captati vengono immediatamente analizzati dalla ragione. Rigore logico, sveltezza mentale, razionalità adamantina. Grandi capacità di concentrazione.
Quadrato e opposizione. Le due facoltà dell’intelligenza tendono a ostacolarsi, col rischio di confusione mentale, errori di valutazione, difficoltà a esprimersi, a organizzare i dati sensibili (a meno di recuperi grazie ad aspetti di altri pianeti  -Luna, Urano, Nettuno – che possano far deviare l’intelligenza recuperandola in senso intuitivo). Intelligenza che procede lenta, oppure incapacità di andare al fondo del problema. Introversione, scarsa socievolezza, diffidenza, conflitti con l’autorità, col padre, coi fratelli, se non addirittura privazione, specie in età adolescenziale. Difficoltà negli studi.

***

MERCURIO – URANO

Rapporto tra facoltà intellettuali e forza di decisione. I due pianeti si trovano associati nella Vergine, e fanno risaltane il pragmatismo, l’utilitarismo.

Congiunzione, sestile e trigono. La congiunzione è un aspetto più rigido, che tende a rendere l’intelligenza, la visione della vita, pragmatica. Si tende a concentrarsi su risultati concreti e tangibili. Prontezza di riflessi. Più malleabile il sestile e il trigono, che lasciano maggior margine d’azione all’intelligenza lasciandola più libera, mobile, curiosa nei confronti delle varie suggestioni. Adolescenza dinamica.
Quadrato e opposizione. Il dinamismo non è sorretto dalle idee, le idee non trovano sbocco realizzativo. Indecisione, scarsa prontezza di riflessi, incapacità di cogliere le occasioni, idee confuse. Pericolo di incidenti. Scarsa socievolezza. Insofferenza aggressiva alle lungaggini.

***

MERCURIO – NETTUNO

Rapporto tra percezione intellettiva e intuizione, tra curiosità e immaginazione.

Congiunzione. Fantasia lucidissima, capacità di pensiero che vanno oltre, nell’inconsueto.
Sestile e Trigono. Più equilibrati della congiunzione. Mercurio frena il volo nell’infinito costringendolo a maggior attenzione, Nettuno permette all’intelligenza/Mercurio di captare qualcosa in più. Equilibrio tra fantasia e rigore critico. Sensibilità artistica, tendenza a sognare ad occhi aperti. Curiosità per l’inconsueto, mente duttile, aperta. Amore per gli spostamenti, instabilità in campo sociale con frequenti cambiamenti di amici. Attrazione per tutto ciò che è strano, diverso.
Quadrato e opposizione. Blocco tra due forze, equilibrio psichico delicato, paura della metamorfosi, del cambiamento, del diverso, incapacità a concretizzare il cambiamento. Idee confuse, incostanza, mancanza di senso pratico.

***

MERCURIO – PLUTONE

Rapporto tra capacità intellettive e istinto vitale,

Congiunzione, sestile e trigono. La congiunzione è un aspetto compatto che può rivelarsi nella forma del protagonismo adolescenziale, tipicamente gemellare. Piacere ludico della menzogna, piacere dell’intrigo, sarcasmo, ironia feroce. Intelligenza polimorfica, curiosità. Sicurezza di sé a volte troppo manifesta. Intelligenza che va a fondo delle cose, se Plutone è sostenuto.
Quadrato e opposizione. Menzogna controproducente, malevola, disonestà, intrigo. Prudenza, diffidenza. Intelligenza dispersiva.