Zodiaco – dal greco zōdiakòs – significa “cerchio degli animali”, e rappresenta la fascia della volta celeste che si estende per circa 8° ai lati dell’eclittica. In questa fascia sono raggruppate le stelle a formare le costellazioni che fin dall’antichità sono state associate ad animali o ad esseri fantastici o simbolici, quelle dello zodiaco appunto. Lungo questa fascia si muovono i pianeti, e anche il moto apparente del sole. Eclittica, infatti, è letteralmente il percorso apparente che compie il Sole rispetto allo sfondo della sfera celeste.
Lo zodiaco è diviso in 12 settori di 30° ciascuno, i segni zodiacali.

I segni zodiacali si dividono in base agli elementi in 4 gruppi: Fuoco, Terra, Aria, Acqua.

In base alla corrispondenza stagionale in 3 gruppi: cardinale, fisso, mobile.

Segni di Fuoco: Ariete, Leone, Sagittario
Segni di Terra: Toro, Vergine, Capricorno
Segni d’Aria: Gemelli, Bilancia, Acquario
Segni d’Acqua: Cancro, Scorpione, Pesci

Segni cardinali: Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno
Segni fissi: Toro, Leone, Scorpione, Acquario
Segni mobili: Gemelli, Vergine, Sagittario, Pesci

Si dice che i segni zodiacali che appartengono allo stesso elemento vanno d’accordo fra loro. Su cosa si basa questa affermazione? E perché diciamo che, per esempio, il Toro, segno di Terra, va d’accordo con il Cancro e con i Pesci, segni d’acqua, e invece non va d’accordo – almeno a livello teorico – con il Leone o con l’Acquario, segni d’aria? E come la stabiliamo la compatibilità, o incompatibilità, tra segni appartenenti a elementi diversi? Perché diciamo che Fuoco-Aria e Terra-Acqua sono compatibili e invece Fuoco-Acqua e Terra-Aria non sono compatibili?

Se immaginiamo lo zodiaco come un cerchio dove la somma è 360° e ogni segno zodiacale copre 30° diciamo che sono compatibili i segni che distano tra loro di

60°
Es. Ariete/Gemelli o Ariete/Acquario (Fuoco-Aria)
120°
es. Ariete/Leone o Ariete/Sagittario (Fuoco-Fuoco)

e diciamo invece che sono incompatibili i segni che distano

30°
Es. Ariete/Toro e Ariete/Pesci (Fuoco-Terra e Fuoco-Acqua)
90°
Es. Ariete/Cancro e Ariete/Capricorno (Fuoco-Acqua e Fuoco-Terra)

La distanza di 180° si trova invece in una posizione più ambigua, perché vede sì segni all’opposizione, ma appartenenti a elementi tra loro compatibili.
Es. Ariete/Bilancia (Fuoco-Aria)

Su questa suddivisione calcolata sulle distanze tra i segni – o angoli geometrici – è basata anche la suddivisione degli aspetti in armonici e disarmonici.

Il raggruppamento che invece fa riferimento all’andamento stagionale – cardinale, fisso, mobile – si basa sui solstizi e gli equinozi.

I segni cardinali sono quelli che cominciano una stagione.

Ariete – 21 marzo circa – equinozio di primavera
Cancro – 21 giugno circa– solstizio estivo
Bilancia – 23 settembre circa – equinozio d’autunno
Capricorno – 21 dicembre circa – solstizio invernale

I segni fissi sono quelli dove la stagione cominciata col segno cardinale è nel pieno del rigoglio

Toro – aprile/maggio – primavera inoltrata
Leone – luglio/agosto – estate inoltrata
Scorpione – ottobre/novembre – autunno inoltrato
Acquario – gennaio/febbraio – inverno inoltrato

I segni mobili sono quelli dove siamo all’apice della stagione, segni che precedono la stagione successiva

Gemelli – maggio/giugno
Vergineagosto/settembre
Sagittarionovembre/dicembre
Pesci – febbraio/marzo